La Manutenzione Ordinaria

PREMESSA: Le indicazioni sotto riportate non devono intendersi come un sostitutivo del manuale delle istruzioni uso. Il manuale delle istruzioni dello specifico modello di balestra è, e deve rimanere, sempre il riferimento primario per l’uso e la manutenzione della propria balestra. Si ricorda inoltre che una buona manutenzione della vostra balestra è indispensabile per la vostra  sicurezza (e la sicurezza altrui) e per la longevità della balestra stessa.  

Manutenzione da effettuarsi prima di riporre la balestra in previsione di periodi prolungati di inutilizzo:  
1) Pulizia della balestra:

Pulire esternamente la balestra ed i suoi accessori (ottica compresa) rimuovendo eventuale sporco, polvere, tracce di olio o detriti di terra/fango; si consiglia di non utilizzare panni che possono lasciare peli o residui propri sulla balestra, specialmente sulle parti mobili (dispositivo di scatto, sicure, cams, etc..). Per la pulizia delle lenti dell’ottica si consiglia di soffiare sulla lente, assicurandosi di rimuovere qualsiasi traccia di polvere o piccoli detriti che potrebbero graffiarla, prima di procedere alla pulizia (utilizzare i panni appositi per la pulizia delle lenti).

Rimuovere eventuali accumuli di polvere o detriti dal gruppo di scatto, dal sistema anti dry-fire (se presente) e dalla/e sicura/e; per far questo si consiglia di utilizzare una bomboletta di aria compressa (del tipo pulizia tastiere PC) tenendola a qualche cm di distanza. E’ consigliato caldamente di NON smontare questi componenti e di NON introdurre (specialmente all’interno del gruppo di scatto), strumenti (tipo pennelli o panni) che potrebbero lasciare peli, setole o altro.   

2) Assicurarsi che non vi siano parti della balestra bagnate o umide, in caso contrario procedere con l’asciugatura.   
3) Ispezionare la balestra per verificare che non vi siano parti allentate, scheggiate, crepate, danneggiate o difettose, particolare attenzione ai flettenti, cavi e corda. (Nel caso ci fosse bisogno non conviene rimandare al prossimo riutilizzo della balestra; questo è il momento più idoneo per procedere alla riparazione, senza eventuali seccature per i tempi di attesa).   
4) Lubrificare la balestra, attenendosi alle indicazioni riportate sul manuale d’uso (punti da lubrificare e tipo di lubrificante). E’ buona regola seguire le indicazioni del costruttore, non esistono infatti indicazioni generiche valide per tutte le balestre, alcune necessitano, ad esempio, di lubrificazione anche nel dispositivo di scatto (es. Ten Point), altre no (es. Mission MXB). Usando i lubrificanti indicati dal costruttore inoltre si ha la sicurezza della piena compatibilità con i materiali con i quali vanno a contatto. Tener presente che eccedere con olio o lubrificante non significa lubrificare meglio… anzi, come specificato da alcuni costruttori, un eccesso di lubrificante (specialmente nel dispositivo di scatto) favorisce l’accumulo con l’impasto di eventuale polvere o detriti (con conseguenti possibili e pericolosi malfunzionamenti). Alcuni costruttori consigliano di applicare un leggerissimo strato di olio per armi sulle parti metalliche della balestra, allo scopo di prevenire eventuali ossidazioni…. anche in questo caso verificare sul manuale d’uso, e nel caso procedere.   
5) SOLO se consigliato nel manuale di uso procedere alla rimozione della corda, seguendo le istruzioni. Si precisa che nel caso di balestra compound questa operazione generalmente non è necessaria; anzi non è consigliabile effettuarla, se non per la sostituzione della corda stessa, a causa delle complicazioni che potrebbero insorgere (tipo la desincronizzazione delle cams).   
6) Riporre la balestra in un luogo idoneo, sicuro, asciutto ed al riparo dalla polvere.     

Manutenzione da effettuarsi dopo il periodo di inutilizzo, al momento della rimessa in funzione della balestra:   
1) Eventuale rimontaggio della corda (Ovviamente solo nel caso in cui, previsto dal manuale uso, fosse stata smontata)   
2) Ispezione generale per controllare che tutto sia in ordine, viti serrate, assenza di crepe o difetti, controllo accurato dello stato dei vari componenti   
3) Se dall’ultimo utilizzo è passato molto tempo potrebbe essere necessario procedere nuovamente alla lubrificazione, come da manuale d’uso.   
4) Procedere alla lubrificazione dello scivolo con apposito lubrificante   
5) Incerare la corda (ed i cavi se si tratta di balestra compound): si fa presente che la cera allunga la vita della corda e dei cavi, inoltre, se applicata in modo corretto, li impermeabilizza. Alcuni costruttori indicano di non applicarla nella parte centrale del serving, ove avviene lo sfregamento con lo scivolo…  anche in questo caso sarà quindi buona regola leggere ed attenersi alle istruzioni della casa madre. Si consiglia l’utilizzo di una buona cera dedicata allo scopo (evitare assolutamente l’uso di cera per candele o per zip) e di applicarla seguendo le istruzioni.   
6) Controllare il perfetto stato dei dardi, scartare senza esitazione quelli che presentano lesione, fratture, crepe o comunque difetti.   
7) Controllare, durante la fase di caricamento, che non insorgano strani rumori; nel caso scaricare la balestra e verificare (o far verificare) la causa.   8) Controllare il corretto funzionamento della sicura, per far questo caricare la balestra, controllare che la sicura sia inserita, mettere il dardo, mirare il battifreccia, provare a sparare senza togliere la sicura. Se la sicura non funziona non utilizzare la balestra.     

Operazioni e controlli da effettuarsi durante l’utilizzo:
1) Tenere lubrificato lo scivolo, al fine di allungare la vita del serving e mantenere costante la velocità di uscita del dardo. La cadenza della lubrificazione normalmente è riportata dal costruttore e può variare in funzione del lubrificante utilizzato.   
2) Ispezionare sempre il dardo prima dell’utilizzo, in caso di difetti (di qualsiasi natura) scartarlo.   
3) Verificare spesso che non vi siano allentamenti di parti, viti, supporto ottica o altro. Nel caso procedere subito al serraggio. In caso di allentamenti ripetuti della/e stessa/e vite/i si prenda in considerazione l’utilizzo di frenafiletti (con tenacità tipo “medio) senza eccedere nell’utilizzo (per l’applicazione seguire le istruzioni d’uso del frenafiletti). Si sconsiglia l’utilizzo del frenafiletti con tenacità tipo “alta” perché in futuro potrebbe risultare molto difficoltoso riuscire a svitare la vite.   
4) Mantenere incerate la corda (ed i cavi in caso di compound) al fine di allungarne la vita.   
5) Lubrificare saltuariamente la balestra, con modalità e frequenza riportate sul manuale d’uso   
6) Nel caso in cui la balestra si bagni procedere appena possibile all’asciugatura ed alla lubrificazione   
7) Evitare di lasciare la balestra esposta ad eccessive fonti di calore.

Sponsor


Archery Style

Rivolta Archery

Disport

M'Arco Archery

Profilo

Utenti online

Ultimi utenti

Ultimi video

Ultime dal Forum

Terryboy avatar
Primo acquisto
Francesco avatar
Ciao a tutti da Ivo
Lucatd4 avatar
Info su frecce
Sance33 avatar
Mi presento

Facebook

Scroll Up

Pin It on Pinterest

Share This